Elezioni in Iran: le donne ottengono posti nel nuovo parlamento, di Ted Regencia, da me tradotto e rielaborato

 ce74b079cf9f45889df883a6ff7dbdff_18

Secondo i risultati ufficiali riferiti giovedì scorso 14 candidate, tutte riformiste, hanno ottenuto seggi, cinque in più delle attuali nove.

Inoltre sette sono in testa per un ballottaggio ad aprile che porterebbe potenzialmente il numero delle parlamentari a 21, che sarebbe la più grande delegazione femminile nella storia del parlamento iraniano includendo l’assemblea della rivoluzione prima del 1979.

Mentre il numero delle donne rappresenta solo una piccola frazione dei 290 membri del parlamento gli analisti dicono che l’aumento rappresenta un progresso anche se non arriva alla quota del 30% immaginata dai gruppi per i diritti delle donne prima delle elezioni di quest’anno.

“La cosa più importante è che ci sono delle donne” ha dichiarato Fateme Karimkhan, una giornalista alla news agency ISNA, riferisce Al Jazeera “Potrebbe essere una chance per le donne di avere la propria voce in parlamento”.

Della popolazione stimata dell’Iran di 81,8 milioni il 49% sono donne; ma alle recenti elezioni soltanto 586 su 6.229 o il 4,9% erano donne.

Nella elezione parallela dell’Assemblea degli Esperti tutte le candidate sono state dequalificate inclusa un’avvocata islamica esperta ed educatrice da Qom Zohreh Sefati. Il consiglio dei chierici di 88 membri ha il potere di scegliere il supremo leader della nazione in caso di posto vacante.

http://www.aljazeera.com/news/2016/03/iran-election-women-parliament-160301121014801.html