Carnevale, di Adele Libero

carnevale2017

 

Come quest’erba lieve, ora spuntata,

dopo la pioggia lunga della sera,

mi sento nel mio corpo, un po’ sperduta,

anche se sembra viva l’atmosfera.

 

E per le strette vie ci si scatena,

s’arruffa la follia del Carnevale,

il brutto e il bello, il sano ed il malato,

si buttano nel gioco, bene o male.

 

Per qualche ora scatta l’amicizia,

l’umanità si sente tutta uguale,

e si volteggia per scordare tutto,

il ricco o il matto. Il povero, il banale.

 

Domani si ritorna nel normale,

chi si credeva Dio si veste bene

e ci comanda, senza vergognarsi,

il Carnevale solo un giorno viene.

Annunci