Il coraggio di essere una farfalla, di Vladimir Luxuria, recensione di Daniela Domenici

Se si vincono le proprie paure non si avrà più paura né di orchi grotteschi né di streghe in caricatura. Ho scoperto che ci vuole più coraggio a essere una farfalla che a ostentare la virilità di un gorilla”: con queste parole l’autrice conclude la sua opera più recente in cui tratta tematiche che ruotano intorno alla transessualità (sia MtF che FtM) in ogni campo, dalla politica all’arte, dalla musica alla sessualità e tanti altri ancora, con la serietà di un’analisi accuratamente dettagliata e documentata ma sempre profondamente intrisa dalla sua graffiante ironia che ha leggerezza di una farfalla.

Ho già apprezzato lo stile narrativo di Luxuria nelle sue opere precedenti da me recensite e ancora una volta torno a farle i miei complimenti per la sua capacità di “storyteller” (Luxuria e io condividiamo la laurea in lingua inglese…), di affabulatrice, così fluida da trasformarsi in una continua sorpresa.

Cito alcune frasi dell’autrice che mi trovano pienamente concorde in quanto sono autrice di un saggio sul mondo trans per scrivere il quale ho intervistato tante persone trans sia MtF che FtM: “So di essere nato maschio ed è proprio su questo mio orgoglio che ho lavorato, che non è quello di essere una donna ma di essere nato maschio e aver fatto un percorso diverso in simbiosi con la mia femminilità. Ho imparato che rispetto al dato naturale della femminilità, l’essere donna può essere un traguardo da raggiungere. Lo sottolineo per ricordarlo a tutte quelle donne che maledicono il proprio sesso: esiste chi, come me, lo considera una vera benedizione. Per loro è stato un dono di natura, io mi sono fatta un regalo da sola. La transizione è la strada per armonizzare il proprio corpo alla percezione che si ha di se stesse, piacersi e stare bene…Per comprendere il futuro o il divino che ci circonda è necessario includere entrambi i sessi, ovvero la totalità dell’essere umano. Se sei solo uomo o solo donna sei fondamentalmente limitato, vedi solo una faccia della luna”: non avrei saputo dirlo meglio, Vladi, grazie perché le persone come te sono un arricchimento per tutte/i noi che, purtroppo, vediamo solo una faccia della luna.

 

 

Annunci