accadde…oggi: nel 1889 nasce Emilia Nobile

Emilia Nobile (Napoli, 20 aprile 1889Napoli, 1 marzo 1963) è stata un’insegnante e bibliotecaria italiana.

Nata a Napoli dal prof. Arminio, direttore dell’Osservatorio astronomico di Capodimonte, e da Emma von Sommer[1]. Laureatasi in filosofia, si dedicò all’insegnamento dapprima presso l’Istituto Magistrale di Salerno (1925) e poi presso l’Ateneo napoletano dove fu incaricata di Storia della filosofia nel 1936-37 e di Filosofia morale dal 1937-38 al 1958-59[2]. Dal 1930 fu distaccata presso la Biblioteca Nazionale di Napoli, dove portò a termine il catalogo della Biblioteca di Maria Carolina, curò l’ordinamento delle Carte Ranieri e dal 1941 ebbe l’incarico di direttrice della Sezione Teatrale Lucchesi Palli fino al suo collocamento a riposo nel 1960[3]. Nel 1945 superò il concorso per bibliotecario aggregato e come direttrice curò la mostra Verdiana del 1951, allestita nella Nazionale. Ricevette anche un premio dall’Accademia d’Italia e fu socia ordinaria della Società di Scienze, Lettere e Arti e dell’Associazione italiana biblioteche, dove fu confermata nel comitato regionale della Campania dal 1948 e fino alla sua morte. Morte che avvenne il 1 marzo del 1963 per le conseguenze di un tragico incidente.

https://it.wikipedia.org/wiki/Emilia_Nobile

http://www.aib.it/aib/editoria/dbbi20/nobile.htm

Annunci