Il filo, di Adele Libero

 

 

 

Ma è questo il filo che a te conduce?

Un campo di mortelle o un bel giardino

ameno e ricco di fertile terra

ove ogni seme rompe la sua scorza.

 

Ho sete sulle labbra mie bambine

vorrei poggiare sempre la tua bocca,

mi sento fresca argilla e in mani tue

si scioglie ancora il cuore e la poesia.

Annunci