Mare traditore, di Adele Libero

Stasera ‘o mare sbuffa e murmulea

e sbatte a schiuma, forte, contro ‘e scoglie,

‘na leggia pioggia n’coppe ‘e spalle gela

e n’faccia ‘e gocce fanno ‘o viso muolle.

 

Fui proprio ccà, n’coppo ‘o puntile luongo

ca ‘a primma vota me vasaste ‘e mmane,

dicenneme che ‘o core te sbatteva

e che m’amave ‘nzieme a ‘o panorama.

 

Chesta città te deva l’allegria,

‘e sentimente vere, l’uocchie nire,

e strade assaje lucente e ‘e culure,

e me bevevo tanta fantasia.

 

Ma mo so’ anne ca tu nun rituorne,

e pure ‘o panorama m’ha ingannato,

nun è ‘a bellezza ca te lega n’omme

e chisto mare ‘o core m’ha annegato !

Annunci