accadde…oggi: nel 1905 nasce Erika Mann, di Antonio Occulto

 

Saggista, scrittrice, attivamente antifascista e attrice di cabaret. Autrice di libri per l’infanzia e dell’epistolario intercorso fra lei e suo padre nel libro Mein Vater, der Zauberer (Mio padre, il mago), un libro appassionato e commovente. Nel ’26 convola a nozze con l’attore di successo Gustaf Grundgens e nel ’29 approdano al divorzio. L’ex e unico marito della Erika , era famoso per il ruolo interpretato nel film M – Il mostro di Dusseldorf (1931) di Fritz Lang. Gründgens è protagonista di un romanzo di uno dei fratelli Mann, Klaus, dal titolo Mephisto. Grundgens non gradì affatto il lavoro, a suo giudizio offensivo, del cognato. La storia riguarda per l’appunto un attore che fa carriera nel Terzo Reich. Negli anni ’60, il figlio adottivo di Grundgens intentò causa riuscendo, dopo sette anni di battaglia legale, attraverso la Suprema Corte tedesca, a bandire la ristampa del libro. Nel 1981, dopo la morte di Grundgens,  comparve una nuova edizione e il regista Istvan Szabo ne trasse un film con l’omonimo titolo aggiudicandosi un Oscar.

Erika, l’anno precedente al suo divorzio, intraprese la sua carriera giornalistica e politica. I suoi primi testi per l’infanzia risalgono al ’32 (preceduti da un diario di viaggio scritto insieme al fratello Klaus). Le prime relazioni lesbiche nascono in quegli anni con alcune donne tra cui la regista Therese Giehse. Therese fonderà con Erika una compagnia di cabaret, Pfeffermuhle (il Macinapepe), celebre per i testi dal contenuto politico in chiave anti-nazista.

Nel’35 seguirà la via dell’esilio stabilendosi temporaneamente con il fratello Klaus in Inghilterra. Privata della cittadinanza tedesca, sposerà il poeta inglese omosessuale W.H. Auden (non vivranno mai insieme) per ottenere il passaporto britannico (un gesto di straordinario altruismo da parte del poeta) e successivamente parte per gli Stati Uniti dove lavorerà come corrispondente per la BBC.

Tornerà in Europa nel 1952 e nel ’69 muore a Zurigo.

https://occultoantonio.wordpress.com/2011/08/17/i-figli-sfortunati-di-thomas-mann/

https://www.berlinandout.eu/2013/11/09/freddo-il-cabaret-politico-erika-mann-bimba-del-nove-novembre/

http://www.sulromanzo.it/blog/quando-si-spengono-le-luci-di-erika-mann-la-germania-del-terzo-reich

https://it.wikipedia.org/wiki/Erika_Mann

Annunci