creatività, di Tiziana Mignosa

 

Indipendentemente da ciò che si fa nella vita, e cioè dal ruolo che si è scelto di svolgere, dal titolo di studio o dalla professione che hanno, chi è creativo/a ha sempre una marcia in più rispetto agli/alle altri/e! La bella notizia è che tutti lo siamo, solo che alcuni/e ne sono consapevoli mentre altri/e lo hanno momentaneamente dimenticato. Le persone creative non sono necessariamente quelle che fanno capolavori d’arte in quanto i “capolavori” li realizzano tutti i giorni in quello che fanno, anche nelle cose più semplici e modeste. L’immaginazione, per loro, è alla base di tutto, le idee sono pezzettini d’oro che costruiscono mondi nuovi anche dove tutto è crollato. Chi è creativo/a anche dopo un terremoto valuta cosa sia meglio fare su una moltitudine di possibilità in quanto riesce a scorgerle là dove gli altri spesso ne vedono solamente una. Per loro non esiste solo una possibilità in quanto riescono a esplorare mondi sconosciuti e leggiadri oltre il pensiero comune. Chi ha una creatività pulsante va spesso controcorrente ma non per essere originale a tutti i costi, come alcuni pensano, ma solo per seguire il proprio intuito un po’ matto che vede opportunità anche dove gli altri vedono muri invalicabili o assolutamente nulla. Il creativo è sempre libero di accostare colori insoliti così come materiali diversissimi tra loro, collega emozioni a oggetti e nuances a suoni.

La paura di non avere successo a volte la sentono anche loro, come tutti del resto, ma poi la scavalcano perché sanno che se per caso una loro idea non dovesse funzionare possono sempre lasciarla andare per esplorarne un’altra.

https://tizchevola.wordpress.com/

Annunci