Io, te e il destino, di Manuela Dicati, recensione di Daniela Domenici

Cinque mesi dopo aver casualmente letto, apprezzato e recensito una sua opera

https://danielaedintorni.com/2017/06/14/non-senza-di-te-di-manuela-dicati-recensione-di-daniela-domenici/

torno a “trovare” Manuela Dicati con il suo ebook più recente “Io, te e il destino” ed è stato, ancora una volta, ancora “innamoramento” istantaneo, l’ho letto in un soffio nonostante le sue 256 pagine, mi ha fatto sorridere tanto ma anche commuovere e sentirmi empatica con le vicende che accadono a Camilla, la protagonista, e a Matteo ma anche a tutti/e gli/le persone che gravitano intorno a loro.

Con una splendida, delicata, formidabile ironia Dicati dà vita a una donna, Cam, talvolta distratta e imbranata ma caparbia e volitiva che riuscirà, dopo alterne vicende, a superare gli scogli che trova sul suo cammino e a dare un lieto fine alla sua vita.

Con la stessa magica delicatezza l’autrice caratterizza Matteo, gestore di un hotel sulle Dolomiti, e il suo percorso psicologico, tra alti e bassi, fino a una scelta, sofferta ma consapevole, che cambia positivamente il suo destino.

Molto ben descritti/e gli/le altre protagonisti/e, da Davide e Sonia a Mirna e Vittoria, da Silvia a Luca, ognuno/a di loro ha un ruolo importante, nel bene o nel male, nella vita dell’uragano Cam, come viene ribattezzata con affetto.

Ancora una volta bravissima Manuela, grazie per i sorrisi del cuore che mi hai regalato.

 

Annunci