La canzone del nostro amore, di Adele Libero

Siamo due vecchi chiodi arrugginiti,
dov’è più lo splendore di quei giorni,
laddove sorridenti e innamorati,
ci baciavamo a notte e a mezzogiorno?

Ricordo quando venni sull’altare
al braccio di mio padre, emozionato,
per regalarti di purezza il fiore,
col cuore che batteva a perdifiato.

E da due gocce d’acqua nacque una,
la vita in terra colorai di rosa
e al ciglio dell’eterno c’è nessuna
che potrà amarti più della tua sposa.

Annunci