accadde…oggi: nel 1919 nasce Ines Poggetto

Ines Poggetto (Torino, 6 gennaio 1919Lanzo Torinese, 20 febbraio 2007) è stata un’insegnante, partigiana, poetessa e ricercatrice storica italiana; durante la seconda guerra mondiale ricoprì il ruolo di staffetta partigiana con compiti di collegamento e rifornimento armi.

Ines Poggetto nasce a Torino da una famiglia antifascista dichiarata. Il padre Moise[2], ebreo, vetturino, e la madre Margherita Rolando, cattolica, sarta, sono sposati solo civilmente e dal matrimonio nascono due figlie: la primogenita muore a due anni, Ines non ha la possibilità di conoscerla[3].

Si trasferisce con la famiglia a Lanzo Torinese[4], frequenta il collegio a Giaveno[5] e successivamente a Vallecrosia vicino a Bordighera dove si diploma maestra nel 1938[6]. Inizialmente insegna a Pugnetto, frazione di Mezzenile, e in seguito a Monasterolo di Cafasse[7]. Successivamente a Balangero e Lanzo[8].

Durante la Seconda Guerra Mondiale risiede a Lanzo nella casa di suo cugino Natale “Rolandino” Rolando, comandante partigiano[9]. “La Resistenza a Lanzo è nata in questa casa”: così racconta Ines, che ricopre il ruolo di staffetta con compiti di collegamento e rifornimento armi[10]. L’abitazione, dove dal gennaio 1944 vivono solo Ines e la madre, è più volte oggetto di perquisizioni da parte dei nazifascisti. Numerose volte le due donne vengono prelevate ed interrogate causa la parentela con Rolandino[11].

Il 28 aprile 1944, nella casa di Rolandino, Moise viene arrestato: dopo aver trascorso quattro giorni presso le scuole comunali di Lanzo[12] viene condotto alle Carceri Nuove di Torino e poi nel Campo di Fossoli dove Ines riesce a incontrarlo un’ultima volta[13]. In seguito il padre viene trasferito ad Auschwitz dove muore il 6 agosto 1944. Solo nel settembre del 1945 la figlia venne a sapere della morte del padre[14].

Dopo la battaglia di Lanzo (26 giugno 1944[15]), Ines viene arrestata e condotta inizialmente presso la caserma Peradotto di Lanzo (occupata dalle truppe della RSI), in seguito trasferita alla Caserma Alessandro La Marmora in via Asti a Torino ed infine alle Carceri Nuove, sempre a Torino. Viene liberata grazie all’intervento del Dottor Canepa, l’allora Provveditore agli Studi.[16]

Dopo la fine della guerra, si laurea in Lettere presso la Facoltà di Magistero dell’Università di Torino ed inizia ad insegnare presso la Scuola Media “Giovanni Cena” di Lanzo. Nel 1959 diventa socio ordinario della Società Storica delle Valli di Lanzo, di cui successivamente diventa vicepresidente[17]. Per motivi di famiglia, va in pensione nel 1973[18]. Partecipa attivamente e con passione alla vita culturale di Lanzo, meritandosi l’appellativo di “anima intensa delle Valli”[19]. Dal 1964 al 1970 ricopre la carica di Assessore alla Cultura e all’Istruzione nel Comune di Lanzo[20].

Contribuisce alla creazione della Biblioteca Civica di Lanzo “Augusto Cavallari Murat”, inaugurata nel 1970 nei locali adiacenti alla Torre di Aymone di Challant[21].

Nel 1975 promuove a Lanzo la nascita di un ufficio di corrispondenza dell’Istituto Storico della Resistenza in Piemonte, primo nucleo del Centro di Documentazione di Storia Contemporanea e della Resistenza “Nicola Grosa”[22].

Nel 1978 favorisce la costituzione del Comitato per la celebrazione del Sesto Centenario del Ponte del Diavolo[23].

Ricopre per vari anni la carica di presidente dell’Azione Cattolica lanzese[24]. Promuove una serie di iniziative culturali e storiche, tra cui gli incontri con Primo Levi[25] e con altri protagonisti della Resistenza nella primavera del 1979.

Muore a Lanzo il 20 febbraio 2007. Qualche settimana prima, aveva partecipato all’inaugurazione della nuova sede del Centro di Documentazione di Storia Contemporanea e della Resistenza “Nicola Grosa”[26], vicino alla Torre civica di Aymone di Challant, in via Leopoldo Usseglio 5/A.

Nel 2009 il Comune di Lanzo le intitola la Scuola dell’Infanzia.

https://it.wikipedia.org/wiki/Ines_Poggetto

http://www.piemunteis.it/antologia/poggetto-ines

http://www.comune.lanzotorinese.to.it/ComAppuntamentiDettaglio.asp?Id=56991

 

Annunci