la valigia, di Adele Libero

Foglie di luna mosse tra i capelli
lampi di seta su minute spalle,
muoveva i fianchi trepida e innocente,
ma dell’infanzia tratteneva perle.

Occhi color nocciola, trepidanti,
qualche incertezza, appena, nelle mani,
gocce di vita perse nella neve,
che sogni pettinava tra le vene.

Un tuffo dentro al nulla per tornare
in braccio a chi l’amava veramente,
ma del destino non sappiamo niente:
una valigia chiusa, attentamente.

Annunci