accadde…oggi: nel 1882 nasce Anne Spencer

Anne Spencer, pseudonimo di Annie Bethel Spencer (Contea di Henry, 6 febbraio 1882Lynchburg, 27 luglio 1975), è stata una poetessa e attivista statunitense impegnata con il New Negro Movement e il Rinascimento di Harlem. Fu la prima donna afro-americana ad essere inclusa nella Norton Anthology of American Poetry.

Unica figlia di Joel Cephus Bannister e di Sarah Louise Scales, Annie nacque in Virginia nella Contea di Henry e, dopo la separazione dei genitori, si trasferì con la madre in Virginia Occidentale. Frequentò il Virginia Seminary concludendo gli studi nel 1899, anno in cui conobbe Charles Edward Spencer con il quale si sposò nel 1901. La coppia ebbe tre figli, Bethel, Alroy e Chauncey Spencer.

Dal 1903 fino alla morte, nel 1975, visse e lavorò nella sua casa al 1313 di Pierce Street nella città di Lynchburg, in Virginia, acquisendo una crescente popolarità e un ruolo di spicco nella comunità locale e nella National Association for the Advancement of Colored People. La Harlem Renaissance le consentì di entrare in contatto con numerosi intellettuali e artisti tra cui James Weldon Johnson, che ne apprezzava il talento poetico e che le suggerì di firmare i suoi lavori come Anne Spencer. Pubblicata per la prima volta nel 1923 e mai più ristampata finché la Spencer fu in vita, la sua opera “White Things” venne segnalata da Keith Clark in Notable Black American Women come “la quintessenza del poema di protesta”.

Le carte della Spencer sono conservate presso la sua abitazione, trasformata in museo.

https://it.wikipedia.org/wiki/Anne_Spencer

Annunci