accadde…oggi: nel 1914 nasce Gisella Caccialanza

https://it.wikipedia.org/wiki/Gisella_Caccialanza

Gisella Caccialanza (San Diego, 17 settembre 1914Daly City, 16 luglio 1998) è stata una ballerina statunitense. Di origine e formazione italiana (studiò a Milano con Enrico Cecchetti), fu prima ballerina con l’American Ballet di George Balanchine e con il San Francisco Ballet.

Nata da genitori italoamericani a San Diego in California, studia danza a San Diego e quindi a Los Angeles con Giovanni Rosi, un maestro di danza italiano, che le raccomanda di continuare i suoi studi al Teatro alla Scala di Milano con l’anziano Enrico Cecchetti, il più famoso maestro di ballo del tempo. Giunta in Italia nel 1925, Caccialanza diventa una delle allieve preferite di Cecchetti il cui insegnamento lascerà nella giovane ballerina un’impronta indelebile. Lettere dal Maestro, una raccolta della loro corrispondenza, è stata pubblicata nel 1971.[1]

Dopo tre anni di studio in Italia e il ritorno in America nel 1928, Caccialanza si scontra con la realtà americana che non offre molte opportunità di lavoro per ballerini classici.[2] Firma un contratto di tre anni con Albertina Rasch, una coreografa viennese che mette in scena numeri di balletto per musicals e spettacoli di vaudeville, esibendosi in teatri come Roxy, Radio City Music Hall and Grauman’s Chinese Theatre.[3] L’arrivo di George Balanchine a New York le permette finalmente di esprimere le proprie doti. Il 2 gennaio 1934 Caccialanza è tra gli allievi ammessi alla School of American Ballet di Balanchine e nel 1935, è tra i membri dell’American Ballet, la prima compagnia creata negli Stati Uniti da George Balanchine, per la quale crea alcuni ruoli da protagonista, in particolare quella della sposa nel Baiser de la Fee di Balanchine nel 1937. Interpreta inoltre film musicali, su coreografie di Balanchine, tra i quali The Goldwyn Follies (1938), On Your Toes (1939) e Devil May Care.

Quando non è impegnata con l’American Ballet, Caccialanza si esibisce con il Ballet Caravan, un gruppo itinerante fondato nel 1936, per il quale lavorano diversi coreografi americani, tra i quali anche Lew Christensen con il quale si sposerà nel 1941. Quell’anno, l’American Ballet e Ballet Caravan si uniscono per un tour latino-americano. Caccialanza vi appare come seconda ballerina nella première del Ballett Imperial di Balanchine.

È ballerina ospite del San Francisco Ballet nel 1943. Per quella compagnia interpreta il 24 dicembre 1944 la Fata Confetto nella prima rappresentazione integrale americana dello Schiaccianoci, al fianco di Willam Christensen, fratello di Lew e direttore della compagnia.

Tornata a New York, Caccialanza si unisce alla Ballet Society, la compagnia precursore del New York City Ballet, per la quale crea nel 1946 il terzo tema nei Four Temperaments di Balanchine. Quando Willam Christensen lascia la California nel 1951 per fondare il Ballet West a Salt Lake City, il fratello gli succede come direttore del San Francisco Ballet. Caccialanza balla con la compagnia fino al 1953, insegnando poi nella scuola di danza della compagnia.

Gisella Caccialanza muore nel 1998 a Daly City in California

Annunci