Mama Africa al Teatro del Ponente a Voltri, recensione di Daniela Domenici

Dalle donne a una donna: l’associazione culturale “Donne Insieme”, che ha sede a Pegli ma che opera in varie zone del ponente genovese da un quarto di secolo, ha voluto celebrare l’8 marzo accogliendo, al Teatro del Ponente a Voltri, lo spettacolo “Mama Africa” incentrato sulla figura di Miriam Makeba, indimenticata artista sudafricana così chiamata perché è stata, ed è ancora, la voce dell’Africa dei/lle diseredati/e, degli/lle emarginati/e, degli/lle esiliati/e come lei che per trent’anni non ha potuto rivedere la sua terra natale, il Sud Africa, né riabbracciare la sua unica figlia morta mentre lei era lontana.

La presidente dell’associazione ha introdotto lo spettacolo raccontando le innumerevoli iniziative che avvengono al suo interno, ha premiato due “veterane” e ha poi lasciato il palcoscenico alle/gli artiste/i di “MamaAfrica” spettacolo scritto da Valerio Corzani e Carla Peirolero, che ne è anche la regista insieme a Enrico Campanati, nonché la straordinaria narratrice-affabulatrice che incanta con la magia della sua recitazione. Insieme a lei le splendide voci “africane” di Laura Parodi ed Esmeralda Sciascia accompagnate da due formidabili musicisti, Marco Fossati alle percussioni e Fabio Vernizzi al pianoforte.

Per arricchire ulteriormente la storia di Miriam sono state proiettate immagini e parole che hanno dato un’ulteriore emozione al numeroso pubblico presente che ha “accompagnato” con il battito delle mani il ritmo della più celebre canzone di Makeba: “Pata Pata”.

Grazie di vero cuore all’associazione Donne Insieme e al Suq Genova per averci regalato questo pomeriggio al Teatro del Ponente a Voltri.

 

Annunci