accadde…oggi: nel 1866 nasce Cornelia Antolini

https://it.wikipedia.org/wiki/Cornelia_Antolini

http://nuove-strade.it/umbria/perugia/via-cornelia-antolini

Cornelia Antolini (Ponte Valleceppi, 11 marzo 18666 aprile 1952) è stata una scrittrice e poetessa italiana dei primi anni del XX secolo.

Nata e vissuta nel piccolo paese di Ponte Valleceppi, frazione alle porte di Perugia, ha svolto per parecchi anni il mestiere di maestra elementare nelle scuole rurali aperte dal padre, il filantropo Leone. Queste scuole erano aperte a tutti i ragazzi, senza distinzione di classe sociale e provenienza[1]. Nel suo tempo libero, per passione e per amore della letteratura, si dedicò alla scrittura di poesie e racconti biografici di donne illustri.

Questo breve passaggio tratto dalla prefazione al suo primo lavoro pubblicato, ne inquadra gli aspetti stilistici:

.mw-parser-output .citazione-table{margin-bottom:.5em;font-size:95%}.mw-parser-output .citazione-table td{padding:0 1.2em 0 2.4em}.mw-parser-output .citazione-lang{vertical-align:top}.mw-parser-output .citazione-lang td{width:50%}.mw-parser-output .citazione-lang td:first-child{padding:0 0 0 2.4em}.mw-parser-output .citazione-lang td:nth-child(2){padding:0 1.2em}

«L’Antolini, vissuta in un villaggio, sulle rive del Tevere, presso Perugia, nel faticoso esercizio di maestra, deve a sé stessa tutto; lontana dalle fratrie letterarie, dove si fabbricano tante fatue celebrità, che durano quanto la neve di marzo, essa non ebbe altro ausilio che lo studio e il cuore; il primo le apprese una forma, che, se rivela ancora qualche incertezza, dimostra come ella sia bene innanzi nella conoscenza delle poetiche eleganze e nella tecnica del verso; l’altro le ispirò gli affetti più gentili e sereni, onde ogni manifestazione di umana tristezza la commuove, ogni cosa bella l’accende ed il suo verso erompe facile, semplice, spontaneo, riflettendo tutti gli entusiasmi ingenui e veramente sentiti.»
(Leopoldo Tiberi, prefazione a Rispondi o Sole! (1899))
Annunci