Riflessioni di un’editrice

L’altro giorno, al termine di un interessante dibattito sulla violenza contro le donne, una avvocata è intervenuta, qualificandosi come avvocato, affermando che in un Paese come il nostro non si possa parlare di retaggi culturali che favoriscono l’accettazione della violenza, retaggi esistenti, secondo lei, solo in altre culture dove le donne sono realmente non emancipate.

Questa osservazione mi ha colpito profondamente, tanto più che proprio in questi giorni mi ero occupata a lungo del tema degli stereotipi nei libri di testo che da anni raccolgo in una pagina facebook (https://www.facebook.com/Stereotipineilibriditesto/) e nelle diapositive proiettate durante gli incontri con ragazzi e ragazze delle scuole.

È già gravissimo che le pagine dei libri su cui si formano i bambini e le bambine contengano immagini di madri sempre al lavoro in faccende domestiche, di padri seduti sulla poltrona a leggere il giornale o con la valigetta da ufficio o impegnati in…

View original post 703 altre parole

Annunci