due quartine d’amore, di Adele Libero

Addormentati, stesi sulla sabbia,
stretti alle ore nel fresco mattino,
un piccolo gabbiano in mezzo all’onde
a cercar cibo e poi alzarsi in volo.

Noi due sospesi nell’attimo vano
di un orizzonte appeso all’infinito,
senza parlare, ci bastava intanto
sentirci dei granelli temporali.