Una storia monstruosa, fiaba di Nuccia Isgrò, illustrazioni di Alessandro, recensione di Daniela Domenici

Nonna Nuccia Isgrò, docente e scrittrice milazzese, si è fatta aiutare dal suo nipotino Alessandro per illustrare questa deliziosa fiaba che è stata scritta a quattro mani; l’autrice si è lasciata trasportare dalla fantasia di Alessandro che disegna monstri e cavalieri ed è nata questa fiaba il cui titolo è stato scelto dal nipotino.

Come in ogni fiaba che si rispetti anche in questa c’è una splendida morale: in ognuno/a di noi c’è un CUORE che deve solo essere scoperto con le giuste opportunità, nessuno/a è mai completamente cattivo/a; e così anche Cavaliere Nero con i suoi tre temibili amici monstri, Monstro Palla, Monstro Bottiglia e Monstro Bifronte, prima cattivissimi, si trasformeranno sperimentando la gioia di un abbraccio e di un sorriso, per la prima volta nella loro vita, grazie all’incontro con Cavaliere Bianco e con il suo meraviglioso paese che si chiama IO SO PERCHE’ che li accoglie in pace e dà loro la chance di sperimentare quell’affetto e quella solidarietà mai provata prima.

Ancora una volta complimenti all’autrice che passa con agilità dai gialli alle fiabe e alle storie colme d’ironia; nonna Daniela attende con gioia la prossima fiaba…