è un respiro perfetto, di Tiziana Mignosa

Nei giorni precipitati

lungo il tempo

è un respiro perfetto

tra la terra e il cielo

questo mio vagare

 

Negli spazi cintati dal grigiore del cemento

mi faccio carne e sangue

e tra un fare e il successivo

anche gazzella che fugge via

e va lontano

ma in quelli senza argini

divento ancora più leggera

aria nell’aria

e mi sazio d’essere

non più di fare

 

Tra il lottare e l’accettare

tra l’espandermi e il viaggiarmi dentro

è un respiro perfetto

questo mio costruire

e il successivo lasciarmi andare

 

tiziana mignosa

ottobre duemiladiciotto