improvvisa, inconsueta diffidenza, composizione in rima baciata e alternata di Daniela Domenici

mi affaccio un po’ in balcone

e osservo le poche persone,

mi colpisce l’improvvisa, inconsueta diffidenza

che ha intriso, purtroppo, di alcuni/e l essenza

c’è chi cambia marciapiede

per non incrociare

chi sta camminando in senso contrario

chi su delle scale si siede

per aspettare

non importa cosa o chi, è dilatato l’orario

c’è chi prova a reagire a questa situazione surreale

curando le piante nei vasi, leggendo al sole il giornale

chi corre nel proprio microscopico giardino,

chi gioca in balcone con il proprio bambino

questa strana diffidenza non ha mai fatto parte del nostro DNA,

siamo un popolo famoso perché baci e abbracci a profusione dà