Il Ramadan al tempo della pandemia, di Daniela Domenici

Stamattina avevo fissato una videolezione nella sua classe alle 9 e lui puntualmente si è presentato su Meet addirittura in anticipo sull’orario, quindi ne ho approfittato per farci due chiacchiere dato che eravamo solo io e lui. È un ragazzo di origine africana ed è di religione islamica. Esordisce con

  • prof, mi scusi, ho un po’ di sonno…
  • hai dormito poco? Come mai?
  • prof, sa è il Ramadan e quindi mi sono alzato alle 4 per mangiare e bere e non mi sono più riaddormentato…poi mangio e bevo di nuovo alle 8 stasera
  • quanti siete in famiglia? Fate tutti il Ramadan? Pregate sempre 5 volte al giorno?
  • Sì, prof, siamo mio padre, mia madre, un fratello più grande e una sorella più piccola, ha 8 anni
  • Immagino che tua sorella non lo faccia, so che fino a 12 le bimbe non lo fanno
  • Sì, è vero, prof, lei non lo fa
  • E quindi immagino che la mamma cucini solo per lei…
  • Sì, prof…
  • E quando lei mangia riesci a resistere alla tentazione?
  • È difficile, prof, cambio stanza…
  • Siete tutti a casa in questo periodo? Papà lavora? Mamma?
  • No, prof, nessuno, siamo tutti a casa…

E quando stavo per chiedergli come facciano ad andare avanti si è connessa una delle compagne e man mano gli altri e le altre e quindi abbiamo iniziato a fare la nostra videolezione…