Dobbiamo parlare, regia di Sergio Rubini, 2015, recensione di Daniela Domenici

Su Amazon Prime un film che mi ha coinvolto, appassionato e commosso per la straordinaria bravura dei quattro protagonisti Isabella Ragonese, Maria Pia Calzone, Fabrizio Bentivoglio e Sergio Rubini che ne è anche il regista nonché uno degli autori del soggetto.

È una storia molto particolare che si svolge tutta nell’arco di una sera e della successiva notte in un appartamento sui tetti di Roma e che sarà costellata da una serie di drammatiche e inattese rivelazioni, di epifanie, di scheletri nell’armadio tirati fuori uno dopo l’altro che sconvolgeranno gli equilibri delle due coppie, Rubini – Ragonese e Bentivoglio – Calzone.

Potrebbe essere rappresentata su di un palcoscenico perché è un testo assolutamente teatrale e vorrei tributare i miei complimenti a Carla Cavalluzzi, Diego De Silva e Sergio Rubini per l’idea del soggetto che diventa una storia emozionante, senza un attimo di sosta, con un ritmo velocissimo grazie alla grande classe attoriale dei quattro protagonisti che l’hanno resa mozzafiato: bravissimi/e.

Il “dobbiamo parlare” del titolo suonerebbe forse meglio in “dovremmo parlare”, un invito a tutte/i noi per evitare che si alzino muri di incomprensioni inespresse e di rancori sepolti che possono minare rapporti d’amore consolidati.

Ancora complimenti e grazie per le emozioni che mi avete regalato…