accadde…oggi: nel 2004 muore Angela Ramello, pioniera della corsa

http://archiviostorico.gazzetta.it/2004/luglio/31/Addio_Ramello_pioniera_della_corsa_ga_10_040731199.shtml

E’ morta martedì (28 luglio 2004) a Torino vinta da un male incurabile Angela Ramello, pioniera insieme a Paola Pigni del mezzofondo azzurro al femminile, per 10 anni in maglia azzurra. Aveva 60 anni ed il male si era rivelato due anni fa costringendola ad una delicatissima operazione al cervello.

Angela Ramello era nata ad Alba, in provincia di Cuneo, l’ 8 gennaio 1944 ma ha vissuto per quasi tutta la vita a Torino. Per lei e per le insistenze del suo allenatore Antonio Serra fu creata la sezione femminile del Cus Torino nei primi anni 60. Il mezzofondo femminile era agli albori, erano anni in cui c’ era gente che quando vedeva queste pioniere allenarsi chiamava la polizia denunciando: «C’ è una pazza in mutande che corre per strada». Ma la Ramello, come la Pigni, tirava diritto per la sua strada, incurante dei pregiudizi.

Ebbe l’ apice della sua carriera nel ‘ 69 quando partecipò agli Europei di Atene, dove però negli 800 venne eliminata in batteria. Nello stesso anno divenne anche la prima campionessa italiana dei 1500, quando questa distanza venne introdotta al femminile agli Assoluti, e riconquistò la maglia tricolore nel ‘ 71 sugli 800 metri. Chiuse la carriera con personali di 2′ 04″9 sugli 800 e 4′ 32″4 sui 1500. L’ ultima maglia azzurra la vestì nel ‘ 73 nel Cross delle Nazioni di Rabat.

Mentre correva portava avanti anche gli studi. Si laureò in psicologia all’ università di Torino e si specializzò in Svizzera in psicoanalisi. Ma non si staccò mai dal mondo dello sport lavorando direttamente con atleti e con la federazione hockey prato, oltre a scrivere diverse pubblicazioni sulla psicologia dello sport.