il peso delle parole, di Loredana De Vita

The Weight of Words

Le parole hanno un peso che tendiamo a dimenticare sproloquiando con leggerezza su qualsiasi cosa sebbene non se ne conosca il significato.
In questo modo le parole, apparentemente, perdono di spessore, ci sembrano utili a riempire i vuoti, ci appaiono come manifesto della nostra visibilità, le usiamo per riempire il tempo del silenzio anche a costo della concentrazione.
Così sprechiamo le parole, le facciamo degenerare, le colmiamo di impulsi e significati che le tradiscono e tradiscono il valore e la profondità di quello che stiamo dicendo.
Le parole non sono riempitivi ma segni, non divagazioni ma contenuto, non apparenza ma sostanza delle nostre scelte.
Spesso, invece, le sprechiamo, le usiamo in maniera impropria, le sfruttiamo per darci un tono, le abusiamo per fingerci ciò che non siamo. Quanto più bello sarebbe il silenzio in questi casi, quanto più lodevole l’ascolto, quanto più pregevole la ricerca di senso.
Le parole non sono strumenti che ci imbellettano, ma sono possibilità di confronto e incontro, di dialogo e conoscenza, di vita che si rinnova e crea.