Burraco fatale, film, 2020, regia di Giuliana Gamba, recensione di Daniela Domenici

Niente accade per caso, ho da poco imparato a giocare a burraco e ieri sera mi è capitato, tra i titoli di Amazon Prime Video, “Burraco fatale”: non potevo non vederlo ed è stato un vero piacere.

È uscito nell’ottobre del 2020, la perfetta regia è di Giuliana Gamba, autrice anche del soggetto e della sceneggiatura, quest’ultima insieme a Francesco Ranieri Martinotti, e le formidabili protagoniste sono Claudia Gerini – Irma, Angela Finocchiaro – Eugenia, Caterina Guzzanti – Miranda e Paola Minaccioni – Rina, quattro amiche che hanno in comune la grande passione per il gioco del burraco che sarà fatale ma non vi anticipo perché.

Guest star è Loretta Goggi nella parte della suocera di una di loro, per questo ruolo ha avuto la candidatura al Nastro d’Argento 2021 come miglior attrice.

Il fascinoso protagonista maschile è Mohamed Zouaoui, un attore tunisino, le riprese però sono state fatte tra l’Italia e il Marocco e una parte del film è ambientata là in stile Mille una notte.

Il fil rouge della storia è la simpatia e l’ironia travolgente delle quattro attrici nonchè la splendida amicizia che le lega a tal punto che superano insieme alcuni ostacoli fino alla scelta finale di vita che, naturalmente, non vi dirò: complimenti a tutti/e!!!