“Specchio”, deliziosa, ironica riflessione di Adele Libero

  Specchio, crudele compagno. Ogni dì ci ricordi i passati fasti, le antiche beltà. Corpo snello, luce in viso, bianche mani, arioso sorriso. Oggi, un tuffo al cuore, se ti guardi, quasi, non… Continua a leggere

Vota:

“Re Lear o il passaggio delle generazioni” al Teatro delle Arti di Lastra a Signa

Uno degli eventi teatrali più affascinanti di questa stagione così densa e variegata che Firenze mi ha, fin qui, offerto in veste di critico teatrale ma “affascinante” non rende pienamente l’idea e proverò… Continua a leggere

Vota:

“Tutte le donne” di Lady P

Madre da ascoltare quei battiti Di  ataviche ansie Irrisolte   Figlia quando ascolti le mie In serate elettriche Da annegarci i pensieri E le voci   Amica Da giocare a freccette Di parole… Continua a leggere

Vota:

Breve riflessione sull’amore in forma di filastrocca

Aprire il cuore all’amore: facile a dirsi più difficile a farsi. L’amore è donazione senza ripensamenti è intima condivisione dei propri sentimenti; l’amore è una magia che il cuore fa sognare è una… Continua a leggere

Vota:

“Non tutto è risolto” al teatro della Pergola di Firenze

Vi confesso subito che non è stato facile per me, questa volta, recensire “Non tutto è risolto”, lo spettacolo che è sulle tavole del palcoscenico del teatro della Pergola di Firenze ancora oggi… Continua a leggere

Vota:

“Piccoli crimini coniugali”, recensione di Fausta Spazzacampagna

Dopo un brutto incidente domestico, Gilles torna a casa totalmente privo di memoria: non riconosce la moglie, la casa, le sue cose. Con amore e delicatezza Lisa cerca di ricostruire i tasselli della… Continua a leggere

Vota:

“Piccoli crimini coniugali” al teatro Lumière di Firenze

Due aggettivi che “colorano” in modo assolutamente particolare il termine “crimini” che farebbe subito pensare a uno o più colpevoli: e infatti in questo testo noir, con un finale sorprendente e imprevisto, scritto… Continua a leggere

Vota:

“Non tutto è risolto” al teatro della Pergola, recensione di Fausta Spazzacampagna

“Una stanza vuota con la tappezzeria a brandelli, da una parte qualcosa che potrebbe essere una cassapanca o un mobile con sopra una grande coperta, due sedie, al centro una grande stufa di… Continua a leggere

Vota:

  • categorie – argomenti

  • articoli recenti

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo sito e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

    Unisciti ad altri 1.363 follower
  • Follow daniela e dintorni on WordPress.com
  • flag counter

    Free counters!

  • le/i mie/i followers

  • classifica articoli