“Il marciapiede” di Adele Libero

umorismo, filastrocca, marciapiede, adele libero, caduta, frattura, naso, disatten

Il marciapiede, si sa, è un bell’oggetto,
calpestato ogni dì da tanta gente,
specie da donne con prosperoso petto,
speranzose di affascinare un bel passante.

Ma a Cassino sono un tantino abbandonati,
mancano pezzi, curati molto male,
attendono, bramosi ed assetati,
vittime da mandare in ospedale.

L’altro giorno è toccato proprio a me,
di inciampare e in terra ruzzolare,
ed ora nel mio letto sto perché
poche ossa ho potuto salvare.

Non sono certo il primo e solo caso,
ogni giorno qualcuno lì fa un salto,
e come minimo ci rimette il naso,
caro Comune, ti prego, rifai l’Asfalto!