Grande Marasco al teatro Lumière! di Fausta Spazzacampagna

Questo novembre pazzo, che ci fa uscire un giorno con le mezze maniche e il giorno dopo ci fa tirare fuori il piumino dall’armadio, questa sera ha fatto una vittima illustre.

Al Teatro Lumière si doveva tenere lo spettacolo “Tutto Spadaro” – Riccardo Marasco canta Odoardo Spadaro.

La serata era particolarmente “golosa” per i fiorentini a cui è noto l’amore che aveva Spadaro per la sua città a cui ha dedicato tante delle sue belle canzoni, che amano Marasco grande stornellatore e intrattenitore, e per la promessa dello stesso Marasco di leggere alcuni scritti che Spadaro gli aveva lasciato.

Lo spettacolo non si è potuto tenere a causa della bronchite che lo ha colpito e che nonostante il bombardamento di cure non è passata.

Dopo una attesa che stranamente si prolungava oltre al quarto d’ora accademico non è stata fatta una fredda comunicazione dell’annullamento della serata ma si è presentato Marasco stesso sul palcoscenico, accolto da un calorosissimo applauso, per scusarsi col pubblico.

Un Marasco con un filo di voce e “con tanta tosse”….che però non era quella di “la porti un bacione a Firenze” che ha provato a cantare, tanto per far sentire che la voce finiva prima che finisse la prima strofa…

Un Marasco che – nonostante tutto – mortificato per questo “incidente” ha voluto intrattenere il pubblico recitando con la sua consueta verve e il suo spiritaccio fiorentino alcune poesie di Spadaro, suscitando le risate e gli applausi del pubblico, scherzando con il suo solito botta e risposta con le persone, con pungenti battute sulla situazione politica ed economica odierna.

E per finire “che faccio, provo a cantarvi la Teresina? Ma sì, questa “in re”mi viene” e chiamati i suoi collaboratori (Alessandro Bruni alla chitarra e Silvio Trotta, da sempre collaboratore di Marasco, studioso di strumenti antichi, col suo magico mandolino) ci ha deliziati con il suo “Teresina un ti ci porto più”

Un regalo che si può immaginare quale sforzo abbia richiesto perché la serata non fosse proprio persa e, soprattutto, una dimostrazione della grande professionalità dell’Artista e dell’altrettanto grande rispetto che ha verso il pubblico e che è stato premiato con gli applausi sinceri e prolungati dei presenti.

Annunci