Io e te di Niccolò Ammaniti, pima recensione del 2013 di Daniela Domenici

io e te da cultura.blogosfere.

Ancora una volta un libro mi ha chiamato ed è stata emozione intensa e profonda.

Ieri mattina scegliendone uno da leggere da uno scaffale “Io e te” di Niccolò Ammaniti, un libro di ridotte dimensioni collocato tra tanti altri molto più corposi, mi ha detto “prendimi e leggimi subito”.

Ho accolto subito il suo richiamo e l’ho divorato in poco più di un’ora, immergendomi così profondamente nella sua storia da estraniarmi totalmente dal mondo esterno e riemergendone solo dopo aver letto l’ultima pagina.

E’ la storia poetica e dolorosa di un momento dell’adolescenza di Lorenzo con i suoi disagi esistenziali che lo portano a inventare continue nuove bugie finché non irrompe nella sua vita Olivia, la sua sorellastra, che gli scombina i piani e provoca un cambiamento totale in lui.

Purtroppo la storia non ha un lieto fine; la narrazione è potente e delicata allo stesso tempo, attenta ai dettagli, Ammaniti scava dentro la psiche di questo adolescente come un cesellatore che voglia, lentamente ma con fermezza, portare alla luce il gioiello che già intravede in nuce, straordinaria la descrizione della nascita, traumatica e poi dolcissima, del rapporto, mai esistito prima, tra Lorenzo e Olivia.

Un piccolo gioiello di libro, come avrete capito, che andrebbe fatto leggere nelle scuole di ogni ordine e grado e regalato per donare emozioni a chi abbia ancora voglia di provarle.