Liberazione generale al Teatro Storico di Osteria Nuova a Bagno a Ripoli (Fi) di Daniela Domenici

liberazione generale

Ieri al teatro storico di Osteria Nuova a Bagno a Ripoli ha avuto luogo una tavola rotonda sulle correlazioni tra antispecismo, antisessismo, intersessualità e omotransfobia…che parolone, direte voi, ma cosa significano? Alcune non le abbiamo sentite, che argomenti strani, ma a chi interessano? Chi ne parlerà? Perché?
Argomenti strani, sì, fuori dall’ordinario, di cui non parla quasi nessuno o lo fa a sproposito, in modo distorto, con poca cognizione di causa.
Perché parlare di intersessualità, di antispecismo, di transessualità e transfobia?
Perché sono argomenti spesso “invisibili” come dice la sociologa Michela Balocchi quando usa il termine “invisibilizzazione dell’intersessualità”, meglio non parlarne, mettere la testa sotto la sabbia come gli struzzi.
E invece ieri tanti oratori diversi ne hanno parlato, chi perché vive una di queste situazioni sulla propria pelle e ha avuto il coraggio di raccontarsi, chi perché la studia da tempo e vuole toglierle il velo.
La sala del teatro storico di Osteria Nuova era colma di persone interessate che hanno ascoltato con attenzione i vari argomenti, spesso arricchiti da video e da slides, e hanno partecipato con tante domande e richieste di approfondimenti.
Ringrazio coloro che hanno, con caparbia tenacia, perseguito e raggiunto l’obiettivo di organizzare questa prima tavola rotonda, in particolare Michela Balocchi, Alessandro Com, Michela Angelini ed Egon Botteghi ma anche Davide Tolu e Matteo Manetti e scusate se non cito gli altri ma non ne conosco i nomi, a tutti loro va il mio plauso.
Durante l’incontro sono stati affrontati i seguenti temi:
– Antispecismo: Stare dalla parte degli animali è contronatura?
– Soggetti politici e diritti: lo status di chi non deve esistere
– Il binarismo di sesso/genere e l’invisibilizzazione dell’intersessualità con proiezione del video:
– XXXY (Sub. IT – durata 13 minuti) Vincitore come Miglior documentario agli Student Academy Awards del 2001
– Bio – diversità: omosessualità e transessualità in natura
– Viaggio al termine dell’oppressione: il coraggio della rivolta come se la vittoria fosse a un passo
– EcoVegFemminismo: politica e prassi di liberazione
– Sessismo ed omotransfobia nel movimento antispecista
– Intersezionalità – compagn* d’oppressione con proiezione dei video: – The Gay Animal’ di Nathan Runkle (sub. IT – durata 5 minuti);
– Intersections: Black female slave vivisection, non-human animal experimentation, and the foundation of Western gynecology’ di Breeze Harper, del Sistah Vegan Project (sub. IT – durata 20 minuti);
A conclusione di questa intensa giornata c’è stato lo spettacolo teatrale “One new man show” di Davide Tolu interpretato da Matteo Manetti http://www.davidetolu.it/1newmanshow.html