Un nuovo spazio teatrale a Firenze di Daniela Domenici

teatro lungo binario

Ci vuole davvero tanto coraggio e una buona dose di incoscienza e di follia per decidere di dare vita a un nuovo teatro, conun cartellone molto particolare e interessante, proprio quando gli altri stanno per concludere i loro e la cultura vede ridotti i fondi, a lei destinati, in tutti i campi…
…investire in cultura, in spettacolo con testi “corposi”, di spessore, inaugurando questa prima stagione con due testi che sono ambientati nel periodo del fascismo e del nazismo e che fanno parte di una trilogia e con un monologo da me già applaudito che tornerò a rivedere…
…scegliere il venerdì, contro ogni superstizione, come unico giorno della settimana per gli eventi in cartellone…
…tutto questo e molto altro mi viene in mente per il debutto di domani sera, per l’inaugurazione del Teatro Lungobinario nei pressi della stazione Leopolda a Firenze a cui sarò presente con infinito piacere sia perché mi attrae lo spettacolo inaugurale “La schiuma della terra” che è il primo della trilogia succitata di cui ho già visto e applaudito il terzo, sia perché voglio, con la mia presenza, ringraziare ed elogiare i due “folli visionari” che hanno deciso di dare vita a questo nuovo spazio teatrale su di un binario perché il Teatro è, spesso, la metafora di un viaggio interiore…ritroviamoci, allora, per compierlo tutti insieme, al Teatro Lungo Binario domani sera…

Annunci