Danza di Adele Libero

danza

Danzando all’alba sugli azzurri scogli,
d’aria vestita, ancora addormentata,
d’aria è il respiro aperto dentro al mondo
d’aria è il mio sguardo che non ha confronto
e il sole che poi sorge, trionfante.

Danzando all’alba sopra il mare calmo,
nell’acqua ch’è pulita, bianca, amica,
come un bacio d’un sogno molto antico,
nell’acqua che purifica il mio cuore,
che canta dentro l’acqua, con furore.

Danzando all’alba senza veli bianchi,
un tuffo tra le onde spumeggianti,
e un’altra scena appare agli occhi stanchi:
migliaia di occhi aspettano la vita,
e sognano d’uscire al sole e al vento
per questo il mare, a volte, ha il suo lamento.

Ma sento che l’essenza umana è strana,
nessuno ha mai compreso il Tempo e il Vero
uniti in un Miraggio che ci affama
e che ci tocca sempre nel cammino
finché scompare e l’Universo sfuma!