“Lavatrice (dedicata alle amiche di Fb)” di Adele Libero

lavatrice 

 

 

 

 

O mia cara e gentile massaia,

che hai sempre la testa per aria.

Stamattina mi hai chiesto il bucato,

bello carico, sporco, macchiato.

Mi hai riempito la pancia di stracci,

le camicie, le maglie….mortacci!

Poi sei uscita di casa felice,

avviando la tua lavatrice.

Al ritorno hai steso i tuoi panni,

lamentandoti dei tuoi malanni.

Quando infine li hai ritirati,

ti sei accorta ch’eran tutti macchiati.

Ma di questo a me non dar colpa,

distrattona, ma non ti sei accorta,

che già mentre felice tu uscivi,

la vaschetta dei miei detersivi

tutta vuota e triste hai lasciato?

Come vuoi sia pulito il bucato?