“Estate” di Adele Libero

 estate2013

 

Distesa tra i canneti,

o tra pini bruniti,

tra cicale assordanti,

ti stai dipanando,

estate

Indifferente mandi

or caldo soffocante,

or pioggia dirompente,

che allaga la terra.

Sulle spiagge dorate

si rincorrono vacanze,

si azzuffano gabbiani,

nei cieli turchini.

Gocce di tempo

per allontanare  l’affanno

della nostra esistenza,

(si perde in lontananza

la prima foglia che cade).