“Emozione e commozione inattese”

emozione

Ho appena ricevuto questa mail in posta privata da una ragazza che è stata mia allieva per soli 15 giorni a settembre dell’anno scorso al liceo classico Galileo di Firenze…è superfluo dire quanto mi abbia commosso sia perché inaspettata sia per le parole piene d’affetto che mi rivolge…mi ha colpita al cuore…mi dà la misura di quanto si possa seminare su terreni fertili, in cuori e menti aperte anche in soli 15 giorni…

………………………….
Carissima professoressa Domenici, come sta? Tempo fa ho provato a inviarle una mail ma probabilmente non le è arrivata, quindi le scrivo da facebook. La scuola è iniziata, anche per lei da come mi sembra d capire da suo profilo di facebook, e si spera in un anno pieno di frutti.

Il suo metodo di insegnamento avvincente, per me così innovativo e stimolante, si fa molto desiderare nell’ambiente competitivo e impegnativo del liceo classico. Personalmente ne sento molto la mancanza, così come spesso penso con nostalgia alla sua personalità estroversa e aperta all’amore, oggi così rara nelle persone mature.

Mi piacerebbe molto trovare il tempo per rivederla, magari ad un evento o, chissà, anche a lezione, se anche quest’anno si dedicherà all’insegnamento della lingua russa. Purtroppo avrei voluto prendere parte al corso l’anno scorso, ma lo studio assiduo me l’ha impedito. Le auguro le cose migliori, mi farebbe molto piacere rimanere in contatto con lei   un caro saluto, C.