“Fornelli metafisici” di Laura Bonelli, Graphofeel edizioni, recensione di Daniela Domenici

 fornelli metafisici

Già il titolo è attraente, provoca il desiderio di sapere perché l’autrice li definisca così, il sottotitolo poi è ancora più delizioso “ricette vegetariane, vegane e racconti per lettori onnivori”: per una vegana come la sottoscritta non poteva esserci dono più appropriato in aggiunta al fatto che adoro le sillogi sia poetiche che di racconti e quest’opera di Laura Bonelli, milanese trapiantata a Fidenza come leggo in quarta di copertina, è una deliziosissima raccolta di 24 brevi racconti che sono leggeri come sorrisi e di una trentina di ricette, vegane e vegetariane appunto, alcune delle quali mio marito e io proveremo a ricreare.

Prendo in prestito un paragrafo della prefazione di Claudio Ardigò: “…racconti universali, fantastici, surreali, divertenti e disperati. La scrittura di Laura Bonelli vive nel giusto equilibrio tra dolce e salato, tra luce e ombre, tra tormento e sogno, descrivendo sensazioni che suscitano fantastico piacere, esaltando il suo talento nel raccontarci le emozioni…”: ho già avuto modo di apprezzare questo suo talento nella mia recensione alla sua silloge precedente quattro mesi fa

https://danielaedintorni.com/2014/09/13/piccole-storie-dei-sette-giorni-di-laura-bonelli-graphofeel-edizioni-recensione-di-daniela-domenici/

e confermo i miei complimenti all’autrice che pur nella brevità di questi nuovi racconti riesce a farci sorridere e commuovere, ogni raccontino ha una sua morale; tra i miei preferiti “la lotta dei colori”, “la bisnonna di Gianluca e i pinoli”, “il pinolo innamorato”, “maiuscolo minuscolo”, “charlie” e “crosta” ma, come avrete capito, ognuno di loro mi ha regalato un sorriso e un’emozione. C’è anche il raccontino che dà il titolo alla raccolta che inizia con “…i fornelli, un bel giorno, decisero di ribellarsi alla routine…”: lascio a voi il piacere di sapere cosa hanno fatto i fornelli metafisici di Laura.