L’ultima casa, di Adele Libero

la-vecchia-casa

 

Ti voglio raccontar di quella casa,

che aveva quel giardino con le rose

il sole s’affacciava, che delizia,

(una stanza per me: ma che primizia !!)

 

Lo stereo nuovo andava a tutto spiano,

si era nei sessanta e piano piano,

passavano canzoni di San Remo,

ed io che mi sgolavo, perlomeno !!

 

La scrivania davanti alla finestra,

sotto il giardino con i fiori in giostra,

mia madre sorrideva più felice,

negli occhi aveva acceso nuova luce.

 

Ma una sera bugiarda, era di maggio,

il Cielo la rubò, un Ciel selvaggio,

che dalle stanze tolse la mia stella,

e d’allora la casa non fu quella !

Advertisements