Con il cuore ritrovato ma…fine pena mai…di Francesco Maccarrone, dal carcere di Tempio Pausania

untitled 

L’ho appena ricevuta insieme alla sua lettera, l’ho copiata e ve la propongo…

Non cerco pietà ma solo parole

Non parlo col muro ma alla persone

Avevo una vita da rispettare e dare

Avevo dei sogni da realizzare

Ma mi ha fregato il malaffare

Ho guadagnato senza sudare

Prendevo a destra rubavo a manca

Toglievo ricordi dentro una stanza.

Crescendo ho aumentato la voglia di avere

Ero un boss infelice senza podere

E prendevo le paghe senza temere

Ho tolto il rispetto al quotidiano

Facevo giustizia in modo non sano

Perdevo nella vita ed ero ignaro

Oggi capisco che ho forzato la mano.

Da molto tempo sono recluso

Gli anni e il cemento mi hanno escluso

E del mio passato sono deluso.

Ho fatto tesoro dei danni arrecati

Non posso ridare vita e ricordi

Ma vi prometto di non fare più torti.

P.S. rispettate la legge e diligente

Io sarò un cittadino coerente

Vi prego di non giudicarmi con odio

Apprezzate quello che sono oggi

Non vi chiedo più niente.

Buona vita a tutti da Francesco Maccarrone, dal giugno 1992 in carcere fino a tutt’oggi.

 

Annunci