La grammatica la fa…la differenza, di autrici varie, casa editrice Mammeonline, recensione di Daniela Domenici

 61aqsiljlvl__sx497_bo1204203200_

Sottotitolo: fiabe, racconti e filastrocche di Anna Baccelliere, Annamaria Piccione, Flavia Rampichini, Chiara Valentina Segrè, Lusia Staffieri e Giamila Yehya. Un splendido libro (trovato nello stand della casa editrice Mammeonline a Firenze Libro Aperto) per la scuola primaria tutto al femminile perché le illustrazioni sono di Gabriella Carofiglio e il fascicolo allegato contiene articoli, riflessioni e indicazioni pratiche di Lina Appiano, Daniela Finocchi, Gemma Pacella, Graziella Priulla, Debora Ricci e Maria Teresa Santelli.

Per una creatrice di filastrocche e di fiabe come la sottoscritta (che ha dedicato due delle sue opere proprio a loro) che è anche da anni, grazie al lavoro svolto insieme a Toponomastica Femminile, una strenua propugnatrice, dal suo sito, della correttezza lessicale partendo dall’osservanza della grammatica e dalla scelta delle parole questo libro è stata una deliziosa e piacevolissima scoperta sia per le fiabe e le filastrocche perfette e divertenti, assolutamente alternative, sia per la grafica ad hoc. Due esempi tra i tanti: Luca e Sofia, fratello e sorella, che decidono di comune accordo di scambiarsi gli sport praticati e Annina che sconvolge, con i suoi sogni lavorativi, la povera maga della fiaba di Cenerentola cambiandone il finale (anche la sottoscritta ha scritto un finale diverso per questa fiaba…).

Mi auguro che tante scuole primarie lo adottino perché la corretta scelta delle parole per colmare il gender gap dovrebbe essere insegnata sin dalle elementari.

 

Annunci