Firenze Libro Aperto, secondo giorno, resoconto di Daniela Domenici

 libro-box

Dopo l’esordio un po’ infelice di ieri con la presenza inopportuna, nonché inutile, di Salvini (che non ha comunque inficiato l’atmosfera gioiosa, il profumo di libri e le presentazioni) oggi, forse anche perché è sabato, c’è stata, e sono sicura che continuerà fino a stasera) una splendida “esplosione” sia di presentazioni che di affluenza di pubblico.

È un fiume ininterrotto di persone che affluisce alla Fortezza da Basso, mai vista una cosa simile, è stato un piacere per gli occhi della sottoscritta bibliofila e recensora, evidentemente si sentiva la necessità di un festival letterario di questo genere a Firenze e di questo vogliamo ringraziare gli organizzatori.

Quasi perfetta la gestione delle varie presentazioni in contemporanea nelle varie “sale” a colori (che sale vere e proprie non sono ma solo angoli ricavati nello spazio comune, riconoscibili dalle sedie per il pubblico e dal nome del colore).

Ogni ora, fino a stasera, ci sono almeno quattro eventi, purtroppo nonostante i microfoni funzionanti talvolta le voci dei relatori e delle relatrici si disturbano un po’ a vicenda ma in linea generale ha funzionato tutto bene.

http://www.italianotizie.it/2017/02/18/firenze-libro-aperto-secondo-giorno/

 

Annunci