nell’ascolto la vera libertà, di Loredana De Vita

16939601_1258494460930530_3886121494062725066_n

ci sono giorni in cui il vento insistente guida le voci che ti sussurrano nel cuore e trasportano parole che sono domande o richieste, le tue come quelle di un passato che non è passato sebbene sia sempre presente nel vento come nel cuore. Ascoltare o non ascoltare quelle voci è una finta scelta, perché ci sono e urlano o sospirano all’orecchio anche se si fa finta di non sentirle…

Chi non è disponibile all’ascolto rimanda verità che non si vogliono riconoscere, ma non le cancella; chi dell’ascolto ha fatto un sistema di vita non può che lasciarsi coinvolgere sebbene spesso non possa o non sappia risolvere il silenzio e l’indifferenza… in questo caso quelle voci diventano lame acuminate che centrano il bersaglio del cuore e della mente e non lo liberano più.

In realtà, è nell’ascolto la vera libertà, l’unica possibilità di scegliere, l’unica occasione per guardare negli occhi il mostro o i mostri che alcuni fingono di non vedere. Ascoltando e coinvolgendosi, forse, ci si accorge che i mostri sono meno spaventosi e che si può convivere con essi senza nasconderli… non è vergogna essere circondati da mostri, lo è fingere che non lo siano e lasciarsi dominare dal silenzio complice e omertoso che essi impongono.

Advertisements