Processo a Pinocchio al Teatro del Cestello, recensione di Daniela Domenici

 

Dove sta la verità e dove la finzione? Essere o non essere, le maschere, i ruoli, la ragione e la follia, tutto questo e molto altro ancora è concentrato nel delizioso e intenso “Processo a Pinocchio”, una psicocommedia noir a carattere musicale, come viene definita nella locandina, ma anche un musical, che ieri sera ha concluso le sue repliche al Teatro del Cestello a Firenze.

In questa commedia l’autore e regista Andrea Palotto è riuscito a mescolare echi di Pirandello e dei suoi “Sei personaggi in cerca d’autore”, della commedia dell’arte, di Freud e del suo periodo fallico e, naturalmente, la favola di Pinocchio che viene disgregata e riassemblata i personaggi reali che ne rivestono alcuni dei ruoli.

C’è un giallo da risolvere, l’omicidio di uno psicologo, e la colpa sembrerebbe di Pino, il suo paziente, trovato accanto al cadavere con l’arma in mano (un martello); ma non tutto è come sembra e grazie a dialoghi dal ritmo incalzante e una colonna musicale perfettamente ad hoc si scoprirà che la verità nasconde altri risvolti anche perché nella vicenda sono coinvolti la moglie del presunto omicida, una sua amante e un suo amante nonché l’autoritaria e invadente madre, tutti presenti sul luogo del delitto.

Il numeroso pubblico presente ieri sera ha tributato una standing ovation, meritatissima, al cast composto da Cristian Ruiz, il Pino-Pinocchio, assolutamente straordinario, e Luca Giacomelli Ferrarini, lo psicologo Beppe, altrettanto bravissimo, Nadia Straccia, formidabile, nel ruolo della madre oppressiva, Angela Pascucci in quello della moglie, deliziosamente oca e dall’eloquio volgare, Silvia Di Stefano, brava in quello dell’amante ninfodepressa e infine Alessandro Arcodia, che sa ben caratterizzare l’amante gay di Pino. Bravissimo il pianista Federico Zylka che ha eseguito le musiche originali create da Marco Spatuzzi.

Dimenticavo: è anche un musical e vorrei quindi concludere questa mia recensione con un complimento collettivo alle splendide voci di tutti/e i/le componenti del cast.

 

Annunci