Azzurro oltre la sabbia, di Valeria Bellazzini, recensione di Daniela Domenici

 

Mi è stato regalato da un’amica, non ne conosco l’autrice, non so se abbia ricevuto recensioni ma mi fa piacere regalargliene una io oggi.

È un libro di non molte pagine, 80, ma molto denso al cui centro c’è una figura di donna molto ben caratterizzata, Laura, che si trova a vivere una situazione di donna separata e di madre innamorata della propria bambina, Giulia.

Molto ben delineato il suo percorso interiore di accettazione, di solitudine e di rinascita grazie all’amica Helene e a sua figlia Anna, ai suoi genitori ma, soprattutto, a quell’angolo di Liguria al confine con la Toscana che fa da sfondo, anzi, ne è un importante protagonista, alla storia immaginata da Bellazzini.

Molto delicata la descrizione dei rapporti di Laura con i personaggi maschili del libro, dal marito fino a Francesco che, lentamente e senza invasività, diventerà un punto fermo nella vita della protagonista.

 

Annunci