Pioggia e fuoco, di Adele Libero

 

Sotto le fronde trova il suo rifugio

il piccolo uccellino infreddolito,

non sa quale pericolo è passato

e il mondo suo intero è preservato.

 

Gocce di pioggia bagnano il capino,

gli occhietti, attenti, muove verso il cielo,

è nero e prepotente vien giù l’acqua,

il tronco è liscio e dritto come un cero.

 

Ma al margine del bosco si fa festa,

il contadino ha un sorriso in volto,

nell’aia la pozzanghera fa specchio

e fonte per la volpe e per il riccio.

 

E’ salvo il bosco, è salva ogni casa

e fiamme orrende non l’hanno raggiunto.

Scappa il ragazzo con il cuore in gola,

accese il fuoco… e muore di paura !

Annunci