A Casalecchio, di Adele Libero

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

Nel verde non mi sento così intrusa,

passeggio sotto il mito della luna,

e sottovoce intono pure il canto

alla città piccina, ma divina.

 

Ci nacquero gli etruschi ed i romani,

tra rive belle ville oppure dei castelli,

placide nebbie coprono gli inverni,

miti palazzi ombreggiano le vie.

 

Cos’è che poi trascina a Casalecchio,

da mille punti della nostra Italia?

Non c’è più quel passato molto vecchio

ridotto dalla guerra tutto in fumo.

 

Eppure il fiume è lento ed al mio orecchio

la vita scorre come una laguna.

 

 

 

Annunci