La melodia vincolante, di Claudia Piano, recensione di Daniela Domenici

 

Un’altra melodia mi ha affascinato e sono così tornata nel mondo di Armonia e della musicomagia, immaginato dalla scrittrice genovese Claudia Piano, per vivere un altro capitolo di questa saga che mi attratto sin dal primo volume e che continua ad ammaliarmi.

Ancora una volta la protagonista è una donna, Gemma, che rivela sin da subito un carattere dolce e allo stesso tempo forte; lentamente, giorno per giorno, si renderà conto che il suo destino è quello di “guaritrice di anime”. Vivrà una splendida storia di amicizia con Vincenzo e un profondo, meraviglioso amore con Rodolfo, il suo migliore amico. Avrà delle formidabili amiche, Teresa, Dalia, Raffaella e la piccola Gloria, godrà dell’immensa fiducia della preside della scuola di Armonia e si troverà, suo malgrado, a subire un’esperienza di vita dolorosa su un altro pianeta.

Come in tutti i libri di questa saga ci sono poi gli animusi, animali speciali che si nutrono, crescono e guariscono, come qualunque altro essere vivente ad Armonia, di musica e conosceremo per la prima volta Serpesce, l’animuso amico fraterno di Rodolfo, che ritroveremo nelle altre storie.

Quando si finisce di leggere ogni storia della saga, e dopo questa forse ancora di più, rimane nel cuore e nella mente tanta pace, leggerezza e…amore sul pentagramma delle melodie di Armonia!

 

Annunci