accadde…oggi: nel 1884 nasce Eleanor Roosevelt…alcuni suoi aforismi

Anna Eleanor Roosevelt nota semplicemente come Eleanor Roosevelt (New York, 11 ottobre 1884New York, 7 novembre 1962) è stata un’attivista e first lady statunitense.

Dal 1933 al 1945, nel suo ruolo di First lady, sostenne e promosse le scelte e la linea politica del marito, il presidente Franklin Delano Roosevelt, nota come New Deal. Si impegnò attivamente durante tutta la sua vita nella tutela dei diritti civili, e fu tra le prime femministe, nonché un’attivista molto impegnata (si oppose all’emendamento per la parità dei diritti, poiché esso avrebbe impedito al Congresso e agli Stati di promulgare leggi speciali a protezione delle donne lavoratrici).

Ebbe un ruolo importante nel processo di creazione delle Nazioni Unite, della United Nations Association e della Freedom House. Presiedette la commissione che delineò e approvò la Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo. Il Presidente Harry Truman la celebrò con l’appellativo di First Lady of the World, in onore dei suoi sforzi per la difesa dei diritti umani.

https://it.wikipedia.org/wiki/Eleanor_Roosevelt

Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni.

Nessuno può farti sentire inferiore senza il tuo consenso.

Grandi menti parlano di idee, menti mediocri parlano di fatti, menti piccole parlano di persone.

L’amicizia verso sé stessi è di fondamentale importanza, perché senza di essa non si può essere amici di nessun altro al mondo.

Molte persone entreranno e usciranno dalla tua vita, ma soltanto i veri amici lasceranno impronte nel tuo cuore.

Un po’ di semplificazione è il primo passo verso una vita razionale.

La donna è come una bustina di tè, non si può dire quanto è forte fino a che non la si mette nell’acqua bollente.

Gli attori sono una grande famiglia in tutto il mondo.

L’ambizione è spietata. Ogni valore meritevole che non può usarla la trova spregevole.

Chi conosce la storia, in particolare la storia europea, saprà riconoscere che il dominio dell’istruzione o di governo di qualsiasi fede religiosa non è mai un affare felice per il popolo.

 

Annunci