accadde…oggi: nel 1867 nasce Elizabeth Fleischman

Elizabeth Fleischman (Placerville, 5 marzo 1867San Francisco, 3 agosto 1905) nota per i suoi suoi studi sui raggi x e morta per avvelenamento dalle radiazioni.

Nata in una paese della California da una famiglia ebraica proveniente dell’Austria, nel 1880 la famiglia si trasferì a San Francisco dove il padre di Elizabeth, Jacob Fleischman, lavorò prima come panettiere e più tardi fu proprietario di un negozio di articoli vari. Ha poi preso corsi di contabilità, e per un certo periodo ha lavorato come contabile presso la Friedlander & Mitau, un produttore di biancheria intima di San Francisco[1][2].

Alla morte di sua madre, la Fleischman si trasferì dalla sorella Estelle, che era sposata con il medico e chirurgo Michael Joseph Henry Woolf. La Fleischman lavorò come paraticante nello studio di Woolf, dove che la incoraggiò nello studio della nuova tecnologia medica dei raggi x. La Fleischman manifestò da subito un forte interesse e divenne abile con i vari strumenti necessari per produrre i raggi x.

Nel 1896 si interessò agli studi di Wilhelm Röntgen sui raggi x e si interessò alle più recenti pubblicazioni sulla materia, come Something About X-Rays for Everybody, Practical Radiography di Henry Snowden Ward e Prof. Roentgen’s X Rays di August Dittmar.

Nel mese di agosto 1896, il professor Albert Van der Naillen del Naillen School of Engineering, tenne una conferenza pubblica e la presentazione su apparecchiature a raggi X. La Fleischman si iscrisse quindi al Naillen School of Engineering e ha preso un corso di studi nel campo della scienza elettrica, in parte influenzato dal suo fratellastro medico e dalle lezioni al Van der Naillen. Al completamento del corso di studi, prese in prestito i fondi di suo padre per l’acquisto di apparecchiature a raggi X e uno fluoroscopio.

Nel mese di luglio 1900, l’American X-ray Journal ha descritto il lavoro e le realizzazioni di Fleischman, tra cui il riconoscimento del suo lavoro da parte del chirurgo generale dell’esercito George Miller Sternberg. Partecipò alla nascita della Roentgen Society of the United States e il presidente della società la ringraziò per i numerosi contributi allo studio dei raggi x[3].

Il 5 settembre dello stesso anno si sposò con Israel Julius Aschheim, l’annuncio di matrimonio fu pubblicato sul The San Francisco Call[4]. Nel 1902 sul The International Text-Book of Surgery una sua radiografia al cranio del soldato John Gretzer, Jr. del 1st Nebraska Volunteers ferito a Mariboa nelle Filippine il 27 marzo 1899 durante la Guerra ispano-americana ritornò al lavoro come impiegato delle poste.

Nel 1903 riuscì ad aprire un suo studio radiologico assieme al marito al 611 Sutter Street nel quartiere di Nob Hill[5], ma nel 1905 si manifestarono i primi gravi effetti negativi dell’avvelenamento da radiazione come attestano anche i giornali dell’epoca.

(EN)« The exposure to powerful X-rays in nine years of practical work as a “radiographer” has caused Mrs. Elizabeth Fleischmann Aschheim to lose her right arm. The burns did not appear on the surface, but a gradual disintegration of the tissue occurred under the skin, and at last became so painful that Mrs. Aschheim was forced to go to the hospital. The amputation of her arm was the only way to save her life. For years she had maintained the most complete laboratory on this coast, and she had done all the radiograph work for the United States Army. Her skill as a radiographer was first shown when wounded soldiers came back from the Philippines. Surgeon-General Sternberg then declared Mrs. Aschheim’s radiographs were the best he had ever seen. – San Francisco Letter to N.Y. Tribune » (IT)« L’esposizione ai potenti raggi x in nove anni di lavoro pratico come “radiografa” ha causato alla Sig.ra Elizabeth Fleischmann Aschheim la perdita del suo braccio destro. Le ustioni non appaiono in superficie, ma in una graduale disgregazioen del tessuto che si è verificato sotto la pelle, e alla fine è diventato così doloroso che la Sig.ra Ascheim è stata costretta ad andare in ospedale. L’amputazione del suo braccio era l’unico modo per salvarle la vita. Per anni ha avuto il suo più avanzato laboratorio su questa costa, e lei aveva lavorato come radiografa per United States Army. La sua abilità di tecnico di radiologia è stato mostrato quando i soldati feriti tornati dalle Filippine. Il chirurgo generale Sternberg ha poi dichiarato radiografie della signora Aschheim sono state le migliori che avesse mai visto. – Lettera da San Francisco al N.Y. Tribune »
(Dietetic and Hygienic Gazette)

Il 4 marzo 1905, sul Electrical World and Engineer vennero pubblicate le sue condizioni di salute che l’avevano costretta all’abbandono del campo radiologico:

(EN)« Mrs. Elizabeth Fleischmann-Aschheim, of San Francisco, who has won much fame by her work in radiography and X-ray treatments during the past eight years, is convalescing after an operation removing her right arm at the shoulder. She admits that almost constant exposure to the rays had much to do with the trouble, which finally necessitated amputation. On September, 1903, the end of a finger on her right hand was accidentally crushed. Continued exposure to the rays in the course of business helped to prevent healing and aggravated the X-ray burns which had affected both hands. For nearly a year past Mrs. Aschheim has taken great precautions while at work using rubber gloves and a plate glass screen to protect herself, but it was too late to repair the damage done during her earlier experiments. The leading medical and scientific men of the Coast are full of sympathy and regrets that Mrs. Aschheim has been forced to give up her eminent work as a radiographer in the midst of a brilliant career. It will be a serious loss to them to be deprived of her professional services in the most difficult cases for X-ray examination and radiography. » (IT)« La signora Elizabeth Fleischmann-Aschheim, di San Francisco, che ha vauto molta fama per i suoi studi in radiografia e sui trattamenti con i raggi x durante gli scorsi otto anni, è convalescente dopo le operazioni di rimozione del suo braccio destro all’altezza della spalla. Lei ammette che quasi costante esposizione ai raggi aveva molto a che fare con il problema, che alla fine ha reso necessaria l’amputazione. Nel settembre 1903, la falange di un dito sulla sua mano destra è stato schiacciata accidentalmente. La continua l’esposizione ai raggi nel corso di attività ha contribuito a evitare che la guarigione e aggravato le bruciature a raggi X che aveva colpiti entrambe le mani. Per quasi un anno passato la signora Aschheim ha preso grandi precauzioni durante il lavoro utilizzando guanti di gomma e uno schermo di vetro piatto per proteggere se stessa, ma era troppo tardi per riparare il danno fatto durante i suoi primi esperimenti. I più importanti uomini medici e scienziati della Costa sono pieni di compassione e si rammaricano che la signora Aschheim è stata costretta ad abbandonare il suou importante studio come tecnico di radiologia nel bel mezzo di una brillante carriera. Sarà una grave perdita per loro di essere privato dei suoi servizi professionali nei casi più difficili per l’esame a raggi X e per la radiografia. »
(Electrical World and Engineer, 4 marzo 1905)

Il 25 marzo il Medical Review of Reviews ha riportato che gli effetti dei raggi x e hanno notato la sua appartenenza alla Röntgen Ray Society. Gli effetti iniziali dei raggi X apparivano nella sua mano destra almeno dal 1904 e ha continuato il lavoro nonostante lo sviluppo delle lesioni che hanno causato l’amputazione[7].

Morì il 3 agosto a soli 38 anni a causa delle complicazioni causate dall’avvelenamento da radiazione[8], la notizia della sua scomparsa venne pubblicata sul San Francisco Examiner[9]:

(EN)« Aschheim – In this city, August 3, 1905, Elizabeth Aschheim, beloved wife of I. J. Aschheim, and daughter of Jacob Fleischman, and sister of Mrs. M.J.H. Woolf, Mrs. I. Augstem and N. Y. and M. R. Fleischman, a native of California. (Pacific Coast papers please copy.) Funeral Sunday, August 6, at 10 o’clock a.m., from the residence of Dr. M. J. H. Woolf, 1017 Oak street, thence to Third and Townsend streets for 11:30 a.m. train. Interment Salem Cemetery. » (IT)« Aschheim – In questa città, 3 agosto 1905, Elizabeth Aschheim, moglie amata di I. J. Aschheim, e figlia di Jacob Fleischman, e sorella della signora M.J.H. Woolf, signora I. Augstem e N. Y. e M. R. Fleischman, nativo della California. (Per favore ricopiare per giornali della Costa Pacifica.) I funerali avranno luogo domenica 6 agosto, dalla casa del dott. M. J. H. Woolf, 1017 Oak street, da lì proseguiranno fino alle strade Third and Townsend per il treno delle 11:30. Verrà sepolta al Salem Cemetery. »
(San Francisco Examiner, 3 agosto 1905)

Il San Francisco Chronicle pubblicò questo necrologio:

(EN)« DEATH OF A FAMOUS WOMAN RADIOGRAPHER…Mrs. Elizabeth Fleischmann-Aschheim, the wife of I.J. Aschheim, grand secretary of the Independent Order of B’nai B’rith, died last Thursday after suffering for months from injuries sustained in the pursuit of her profession as a radiographer. In her demise the community loses one of the most admirable women of science and of the most ardent workers in the interests of afflicted humanity. “For years Mrs. Aschheim had been operating with the X-ray, and had acquired fame as one of the greatest experts in that line. She became indispensable to the Army physicians during the Philippine War, when wounded and crippled soldiers came here on the transports, and she located the bullets and splinters and exposed them to the eyes of the surgeons. Her work attracted the attention of the Surgeon-General of the Army, who rated her work as the best known. “But so intent was she in the performance of her work that she became careless of her own health. She acquired the reputation [as] the most expert woman radiographer of the world, but she sacrificed her arm [to radiation poisoning] in the pursuit of that fame. The arm was amputated last January. She never fully recovered her health, though she endured all suffering with heroic fortitude. Death came as a relief…” » (IT)« MORTE DI UNA FAMOSA DONNA RADIOGRAFA….La sig.ra Elizabeth Fleischmann-Aschheim, la moglie di I.J. Aschheim, gran segretario dell’Ordine Indipendente di B’nai B’rith, è morta giovedì scorso dopo aver sofferto per mesi per le ferite riportate nel proseguimento della sua professione di tecnico di radiologia. Nella sua scomparsa la comunità perde una delle donne più mirabili della scienza e dei lavoratori più ardenti nell’interesse dell’umanità afflitta. “Per anni la signora Aschheim era stato operativo con i raggi X, e aveva acquisito la fama come uno dei più grandi esperti di questa tecnica. É diventata indispensabile per i medici dell’esercito durante la Guerra delle Filippine, quando qui arrivavano soldati feriti e storpi con dei trasporti, e lei trovava i proiettili e le schegge e li esponeva agli occhi dei chirurghi. Il suo lavoro ha attirato l’attenzione del chirurgo generale dell’Esercito, che ha reso il suo lavoro più conosciuto. “Ma così intenta nello svolgimento del suo lavoro, che è diventata incurante della propria salute. Ha acquisito la reputazione [come] la donna tecnico di radiologia più esperti del mondo, ma ha sacrificato il suo braccio [a causa dell’avvelenamento da radiazioni] nel perseguimento del successo. Il braccio è stato amputato lo scorso gennaio. non ha mai recuperato completamente la sua salute, anche se ha sopportato tutte le sofferenze con eroica fermezza. La morte è venuto come un sollievo…” »
(San Francisco Chronicle, 3 agosto 1905)

Nella sua lapide al cimitero ebraico del Salem Memorial Park c’è scritto “Credo di aver fatto qualcosa di buono in questo Mondo.”.

https://it.wikipedia.org/wiki/Elizabeth_Fleischman

Annunci