solstizio d’estate, acrostico di Adele Libero

Se passo per la porta del sapere
O studio attentamente il mio passato,
L’essenza umana colgo a piene mani,
Stanandola dai miti che han lasciato.

Tu pensa agli Inca, ai Maya od agli Aztechi,
In questo tempo a fare sacrifici:
Zampilli rosso sangue sulla terra,
In nome del potente Dio del Sole.

Oggi raccogli raggi duraturi,
Dall’alba a notte è sempre faro acceso.
E’ l’astro che dimentica la casa
Sì da planare dietro quella chiesa.

Tra i popoli si fanno ancora feste
Al grano ed alle messi dedicate
Tra danze e canti si scioglie il mistero
E in questo giorno si è liberi ancora.

 

Annunci